L'INNESTO Sociale, una Cooperativa di Comunità

Fare leva sul protagonismo dei cittadini per dare risposte ai bisogni comuni, creare occasioni di lavoro e valorizzare le potenzialità del territorio per lo sviluppo locale

il nostro agire LA NOSTRA COMUNITA'

Siamo scesi in campo per amore della nostra terra

Copertina2

L'”innesto” è l’atto di innestare forze nuove su di un porta-innesto ben radicato nel territorio di appartenenza. Partendo dalla memoria e dalla tradizione, si vuole quindi sollecitare una ri-programmazione dello sviluppo socio-economico locale, facendo leva sull’iniziativa imprenditoriale che si caratterizza per il suo radicamento sul territorio e contribuisce a realizzare nuova occupazione, orientando la propria azione ad un modello di sostenibilità ambientale.

Leggi tutto0

Un nuovo impegno: “i Valori di Val Cavallina e il Mercato di Comunità”

La nostra produzione

Ci abbiamo provato ancora!

in queste ore, abbiamo concluso un’importante “fatica”: due mesi per tracciare un nuovo percorso a favore dello sviluppo locale, trascorsi fra incontri di presentazione ai potenziali partner, fitte relazioni con i territori (amministratori e operatori) e lavoro di progettazione.

L’occasione è stata data dal bando della Fondazione Cariplo per le Comunità resilienti. Il tema svolto è stato quello del rafforzamento e della condivisione diffusa di un’economia locale, ambientalmente sostenibile, che sia in grado di generare crescita, creare lavoro e favorire la permanenza sul territorio con una specifica attenzione che noi abbiamo voluto porre ai più deboli, convinti che non c’è resilienza senza inclusione sociale.

Leggi tutto0

Dal 21 aprile 2016 in vigore le nuove regole per l’attendamento del carp fishing

PucaStemmi 2

Il 9 marzo 2016 i Comuni di Endine Gaiano, Ranzanico, Spinone al Lago e Monasterolo del Castello hanno sottoscritto la Convenzione per il rinnovo dell’affidamento alla Cooperativa Sociale L’INNESTO onlus della gestione del P.U.C.A. (Punto Unico Concessioni Attendamento) per l’attendamento abbinato alla pratica sportiva della pesca alla carpa sul lago di Endine avente sede operativa presso la Casa del Pescatore in via S.Felice 17, a Monasterolo del Castello.

Si tratta di un virtuoso esempio di collaborazione interistituzionale tra i Comuni del Lago e la cooperazione sociale, finalizzata alla messa in campo di una pratica di fruizione sportiva delle acque in termini di corretta fruizione delle risorse naturali e di sostenibilità ambientale.

Leggi tutto0

Per un Patto tra Scuola e Territorio

SFONDO

Come ha sostenuto Kofi Annan, il vincitore del premio Nobel per la pace nel 2001, “la nostra sfida più grande in questo nuovo secolo è di adottare un’idea che sembra astratta: sviluppo sostenibile”.

L’educazione allo sviluppo sostenibile è, oggi, un obiettivo strategico per il presente e per il futuro del pianeta e del nostro Paese. E questa nuova consapevolezza non può che iniziare dalle scuole e dagli studenti, soprattutto dai più giovani: i futuri cittadini del mondo creativi e capaci, il cui entusiasmo, il nuovo modo di affrontare le cose e l’illimitata energia possono alimentare soluzioni innovative a partire dal livello locale. Educare i giovani alla sostenibilità significa attivare processi virtuosi di cambiamento complessivo dei comportamenti e degli stili di vita.

Assume, quindi, una fondamentale importanza la sinergia tra scuola e territorio nel proporre contesti e costruire processi didattici efficaci che vedano i bambini, i ragazzi e i giovani protagonisti di un “mondo bio-diverso” e che sia in grado di promuovere occasioni concrete di cambiamento legate ai temi ambientali, a partire dai contesti più prossimi.

Leggi tutto0

Il Bioparco, tappa in Italia della cooperazione spagnola

ca valu faecta1

Da 25 al 28 gennaio, una delegazione spagnola – composta da cooperatori della Federazione Andalusa di Cooperative (FAECTA) e da funzionari della Citta di Siviglia e della Regione Andalusia – è stata in Italia per conoscere il movimento della cooperazione italiana di Legacoop e approfondire l’esperienza italiana sul tema dell’innovazione sociale.

L’INNESTO, che da tempo ha proficue relazioni con i tecnici spagnoli, ha curato, insieme al suo Presidente e Coordinatore Provinciale di LEGACOOP BERGAMO, Lodovico Patelli, l’organizzazione della trasferta per conto di LEGACOOP LOMBARDIA.

Nei tre giorni, fra Roma, Bergamo e Milano, si sono svolti molteplici incontri.

Leggi tutto0

Bioparco e innovazione sociale. La visita della cooperazione spagnola.

locandinaok

Legacoop Lombardia su proposta e a cura del Coordinamento Territoriale di Legacoop Bergamo ha organizzato – tra Roma, Bergamo e Milano – una rassegna d’incontri di imprese cooperative che propongono nuove idee e realizzano prodotti, servizi e modelli che soddisfano dei bisogni sociali in modo più efficace delle alternative esistenti creando nuove relazioni e nuove collaborazioni fra privato-privato e privato-pubblico che accrescono le possibilità di sviluppo per la società”.

L’occasione è la visita (dal 25 al 27) che la Federazione Andalusa di Imprese Cooperative di Lavoro Associate (Federación Andaluza de Empresas Cooperativas de Trabajo Asociado) compie in Italia per studiare l’esperienza italiana in tema d’innovazione sociale.

Leggi tutto0

Comunità e territorio per un’azione di innovazione sociale

sfondo

La Cooperativa L’INNESTO integra il proprio ruolo di co-protagonista dell’esperienza di collaborazione tra privati e istituzioni per contribuire a garantire continuità e prospettive socio-occupazionali alle persone con disabilità.

L’attuale crisi globale ha solo accentuato il problema della mancanza di opportunità di inserimento lavorativo in contesti non protetti per persone con disabilità rendendo sempre più necessario qualificare l’intervento in questo settore attraverso il ricorso ad azioni volte allo sviluppo delle competenze personali in un’ottica della promozione di un più complessivo progetto di vita.

Leggi tutto0

Festa di S. Antonio

benedizione sale e immagini2015rid

Come da tradizione, la Cooperativa l’INNESTO valorizza la memoria collettiva riproponendo, presso il Centro Allevamento di Valle nel Bioparco della Val Cavallina, i riti tramandati della festa di S. Antonio.
In collaborazione con la Parrocchia di S. Vittore, il Comune di Gaverina Terme e l’Associazione di Promozione Sociale dei Cavalieri dei Borghi, il 17 gennaio 2016, la Valle delle Sorgenti ospita diverse iniziative con cui si intende promuovere quest’importante “tempo” della vita sociale e religiosa locale. Prodotti tipici e cucina valligiana, la benedizione degli animali, condivisione e animazione attorno al fuoco, visita del Bioparco e delle sue emergenze ambientali, saranno gli ingredienti di questa giornata di festa alla riscoperta dei valori della cultura locale.

falòdef_1In attesa di incontrarci nella Valle delle Sorgenti, vi ricordiamo la storia delle nostre tradizioni con il racconto di Nonna Ida, la nostra guida tra il tempo passato e il futuro della nostra comunità.

Leggi tutto0

La Bottega dei Saperi

impagliatura

A volte non basta impegnarsi in analisi e ricerche per ottenere una base diffusa di conoscenza che consenta di ricostruire e valorizzare la memoria, la storia e la vita quotidiana di ciò che, da sempre, è al centro della nostra abituale attenzione: LA COMUNITÀ.

Una comunità, infatti, è al tempo stesso materiale e immateriale, fatta di valori e di Interessi, di persone e di storie, di realtà e di simboli. Proprio per questo è necessario restituire alla comunità tutte le conoscenze acquisite dai suoi protagonisti durante il suo percorso storico, non dimenticando i mestieri svolti dai nostri antenati: I SAPERI.

Leggi tutto0

EXPO andata e ritorno

11162520_874786582581711_135877036764186092_n

“Nutrire il Pianeta, Energia per la vita” è il tema dell’esposizione con cui EXPO2015 lancia la sfida per una corretta ed equa nutrizione, per la conservazione dell’ambiente e per la gestione di energia per la vita. Sostenibilità ed identità, conservazione e attenzione ambientale, sono anche le sfide lanciate con il progetto integrato d’area della Val Cavallina “il ritorno alla natura come chiave dello sviluppo” per un futuro condiviso della Valle, nell’ambito del quale la Cooperativa L’INNESTO ha realizzato la Valle delle Sorgenti.

Leggi tutto0